l giardino, ospitato nella più grande area del Parco del Castello di Valverde che circonda lo sperone roccioso sul quale resiste il torrione medievale del castello, si offre ai visitatori come un percorso per osservare e conoscere le farfalle grazie a un itinerario che permette di esplorare diversi ambienti: dai prati alle radure, da zone caratterizzate dai cespugli, all'intrico del bosco.
Particolarmente variegato l'insieme delle speci di lepidotteri che possono essere avvistati: dalle Papilia machaon alle azzurre Bellargo Lysandra, alla coloratissima Vanessa atalanta.

Le modificazioni ambientali e la diffusione sempre piú ampia di sostanze pericolose hanno compromesso, soprattutto nei territori piú densamente popolati, le possibilità di sopravvivenza delle farfalle. Per questo motivo, oltre ad alcune estinzioni locali e ad una preoccupante diminuzione generale di tutte le specie europee, quelle minacciate in Europa sono 33 e in Italia 22.
L'istituzione di un'area come quella di Valverde, che favorisce la riproduzione di questi insetti, rappresenta dunque un tentativo per evitare l'aggravarsi della minaccia della scomparsa delle farfalle, poichè ogni loro ulteriore diminuzione "avrà come conseguenza la diminuzione degli animali che le utilizzano per sopravvivere (parassiti e predatori), delle piante fiorite che vengono fecondate con il loro apporto, e della bellezza dei paesaggi che vengono arricchiti dalla presenza di questi splendidi animali".

website.for-information: http://www.parks.it/parco.castello.valverde/index.php

NEI DINTORNI